Topografia corneale

Misurazione della curvatura e forma.

topografia corneale

La topografia corneale, o mappatura, serve per misurare la curvatura della superficie della cornea.
Un dato importante, strettamente correlato alla capacità di mettere a fuoco le immagini. L’esame, che avviene senza alcun contatto fisico diretto con l’occhio, consente di ottenere una mappa colorata che descrive forma e caratteristiche della cornea. La mappa corneale ormai è diventata per il medico Oculista  uno strumento essenziale per la diagnosi e i controlli periodici successivi del cheratocono. Viene inoltre usata per eseguire gli opportuni esami prima di un intervento chirurgico. Per il contattologo è diventata la base che deve studiare, per eseguire ed adattare una lente a contatto per una cornea normale e con cheratocono.

Il perchè dei colori

Colori “caldi” come rosso ed arancione indicano aree ripide, mentre colori “freddi” come il blu indicano aree piatte. La maggior parte delle mappe hanno tutti i colori dal rosso all'azzurro spiegate al lato, con i loro valori di diottria corrispondenti (la diottria è l'unità di misurazione usato per esprimere il potere rifrangente di lenti, ed occhi). Nella prima si può vedere la classica immagine che si genera dopo un trattamento per la riduzione della miopia di tipo laser o dopo l'utilizzo di lenti per ORTOCHERATOLOGIA , la seconda è una rappresentazione di un caso con cheratocono.

topografia corneale
topografia corneale
Share by: